Strategia Blu Ocean

Tempo di lettura: 1 min.

Dall’oceano rosso della competizione spietata, all’oceano blu calmo e senza concorrenza, dove per vincere bisogna innovarsi e espandere il proprio mercato. Le mosse da fare per darsi regole capaci di aprire mercati incontrastati, in cui la crescita è garantita

La Strategia Oceano Blu è la teoria secondo la quale i mercati in cui operano le imprese di qualsiasi tipo sono metaforicamente visti come due oceani paralleli di colore diverso, uno rosso ed uno blu, a seconda del modo in cui si decide di operare sul mercato stesso.

E’ un modo di pensare basato sull’analisi, con l’obiettivo di creare nuovi mercati, invece di competere in quelli esistenti.

Vincere senza competere

L’oceano rosso è un mercato ipotetico in cui i manager delle imprese si sono cementati da tempo, che comprende tutti i settori esistenti, dove vige una continua lotta tra competitors per aggiudicarsi una maggiore fetta di domanda all’interno dello stesso settore e dove c’è completa assenza di innovazione.

Il blue ocean invece suggerisce di non seguire la strada scontata, la direzione scelta da tutti, di non seguire nessuno, ma creare una propria strada. Punto centrale è il valore dell’innovazione: l’oceano blu è creato quando un’azienda produce innovazione, in servizi, prodotto, consegne, cioè nel marketing mix e questa innovazione crea allo stesso tempo valore per chi compra e per l’azienda.

Made with passion by www.rossellabianchi.com